mercoledì 4 novembre 2015

FACCINE DOLCI ALLA RICOTTA PER LE FESTE DEI BAMBINI.

Passata la buriana di Halloween. Si respira ormai aria natalizia. 
Fuori fantasmini e ragnatele, dentro pupazzi di neve e stelle di Natale. Comunque il periodo dell’anno più caro ai bambini è ufficialmente iniziato.
Anche se i bambini un motivo per far festa lo trovano sempre: il compleanno di qualche amichetto, del gatto o del pesciolino rosso, l’inizio della scuola, l’arrivo della bella stagione, o di quella brutta, la prima nevicata, la recita scolastica, una ricerca di gruppo. Anche una semplice merenda si più trasformare in una festicciola. Un non-compleanno come direbbe il Cappellaio Matto di Alice.
Quindi perché non organizzare un intero menù intero a loro dedicato?






A questo ci abbiamo pensato io, Carla, Tania e Linda per questa edizione di IDEA MENÙ. Ci siamo divise i compiti, ognuna ha preparato una portata, dall'antipasto al dolce.
Qui troverete il dolce.
Ho pensato a qualcosa di goloso, sicuramente facile da fare, occorre solo un po’ di organizzazione per i tempi di lievitazione. Qualcosa che stupisca i bambini. Qualcosa che possano contribuire a preparare divertendosi a pasticciare insieme agli amichetti.
L’idea di partenza era quella delle krapfen o bomboloni fritti, ripieni e non. Poi mi sono venuti in mente i donouts, le ciambelle americane con glasse multicolori. Quelle dei cartoni animati dei Simpson, per intenderci.
Ho cercato di alleggerire un po’ l’impasto riducendo le uova, sostituendo il burro e il latte con la più leggera ricotta e l’acqua. Si può anche evitare la frittura cuocendo i dolci nel forno.
Infine si decorano con glasse colorate, confettini e cioccolata fusa. Perché si tratta pur sempre di una festa di bambini, va bene la leggerezza e il salutismo ma a tutto c’è un limite.
A questo punto mi è venuto in mente che sarebbe stato carino coinvolgere direttamente i piccoli ospiti nella preparazione dei dolci. Magari i più grandicelli potrebbero anche impastare e ritagliare la pasta con forme particolari, fiori, animaletti e appunto buffe faccine. Il decoro finale coinvolge tutti, grandi e piccini, ognuno impegnato a creare la propria personalissima merenda. Questo è anche un modo per tenerli occupati per qualche minuto in una attività un po’ più tranquilla.
Tra l’altro questi dolci si possono trasformare a seconda dell’occasione: faccine mostruose per Halloween, stelle o abeti per Natale, clown o mascherine a Carnevale, coniglietti a Pasqua e così via.
L’idea è stata approvata e testata personalmente da un giudice esigentissimo: mio figlio Diego, che ha collaborato in ogni fase della lavorazione. Il decoro finale è stato completamente opera sua, io non sono minimamente intervenuta. Perciò questa ricetta finirà anche nella sua pagina delle PICCOLE RICETTE, dove ci sono tutti i piatti che abbiamo preparato insieme. Era già un po’ di tempo che non succedeva, infatti questa pagina è stata trascurata, così ho pensato che questa fosse l’occasione giusta per riprendere.





Eccovi il menù completo:

Antipasto di Linda: Girelle di panmozzarella

Primo di CarlaCrema di carote 

Secondo di Tania Mini panini dog

Dolce: Faccine dolci alla ricotta.





FACCINE DOLCI.

Ingredienti per circa 12-15 pezzi:
200g farina 00 (w260 circa)
150g farina Manitoba,
50g zucchero,
5g lievito di birra secco,
1 uovo medio,
100g ricotta,
1 cucchiaio di olio,
la punta di un cucchiaino di sale,
scorza di limone o aroma di vaniglia,
acqua tiepida qb.
Per decorare:
zucchero a velo e semolato,
cioccolato fondente e bianco,
codette di cioccolato colorate,
confettini e caramelline,
riso soffiato.

Mescolate le farine con il lievito e lo zucchero. Fate una fontana e al centro mettete la ricotta, l’olio, il sale e la scorzetta di limone grattugiata (o la vaniglia). Impastate unendo poca acqua tiepida in modo da avere un composto omogeneo e morbido. Lavoratelo piuttosto energicamente per una decina di minuti allargando e ripiegando l’impasto più volte.
Formate una palla e mettetela a lievitare ben coperta, in un luogo fresco per almeno due ore, deve raddoppiare di volume.
Spianate l’impasto col mattarello a uno spessore di circa 1 cm. Con l’aiuto di uno stampino o un piatto ritagliate dei cerchi di circa cm di diametro. Create gli occhi con due stampini piccoli, io ho usato i beccucci della sac à poche, e ritagliate la bocca con un coltello.
Potete farvi aiutare anche dai bambini facendo attenzione al coltello, se sono piccoli usate coltellini in plastica dalla punta arrotondata o gli appositi attrezzini per la plastilina, ovviamente ben lavati.










Adagiate le faccine su dei vassoi leggermente infarinati e copritele con canovacci puliti, fatele lievitare ancora un’ora circa.
Adesso si può procedere in due modi: si possono friggere o infornare.
Nel primo caso friggetene due o tre alla volta in olio di arachidi che deve essere profondo, caldo ma non bollente. Appena è sufficientemente caldo adagiatevi le faccine e abbassate un po’ la fiamma, con un cucchiaio bagnate di olio caldo anche la superficie della pasta. In questo modo gonfieranno ulteriormente, si cuoceranno bene anche all’interno senza colorirsi troppo velocemente. Rigiratele almeno una volta e fatele dorare da tutti i lati, scolatele su carta da cucina.
Nel secondo caso disponete le faccine su una placca coperta di carta forno e spennellatele con burro fuso con poco latte, solo latte o acque olio d’oliva. Infornatele a 180° per circa 15 minuti, forno statico, non alzate troppo la temperatura del forno altrimenti si colorano troppo in fretta e si seccano.
Quando sono dorate toglietele dal forno e fatele intiepidire leggermente coperte con un canovaccio.





A questo punto inizia il divertimento vero e proprio. Man mano che le faccine sono pronte servitele ancora calde ai bambini. Ognuno avrà il suo piattino con la sua faccina che dovrà decorare da solo usando glassa di zucchero, cioccolato fuso e confettini colorati a piacere.
Distribuite lungo il tavolo piattini e ciotoline con confettini colorati, zuccherini e codette di cioccolato in modo che ogni bambino ne abbia a disposizione.
Preparate delle ciotoline con cioccolato fuso, se si dovesse indurire basta qualche secondo di micro onde.
Per la glassa di zucchero basta sciogliere lo zucchero a velo con poche gocce di acqua fredda, io preferisco non usare l’albume. A piacere si possono usare anche i coloranti alimentari.
Fornite i piccoli artisti pasticceri di spatoline o cucchiaini di plastica … e tovagliolini, tanti tovagliolini. I bambini si divertiranno molto a decorare la propria merenda … le mani, la faccia, la tovaglia e i vestiti …








Potete cuocere le faccine tutte insieme e tenerle al caldo in un vassoio coperto con un canovaccio pulito, in questo modo arrivano in tavola tutte insieme.
Al posto delle faccine potete fare delle semplici ciambelle o dei fiori, si prestano ugualmente a essere decorati.
Le focacce fritte si possono passare semplicemente nello zucchero semolato ancora calde, come delle normali krapfen.
Le focacce al forno si possono glassare in cottura spennellandole con poco latte e cospargendole di zucchero semolato quando sono quasi cotte. Oppure si cospargono con zucchero a velo.








Halloween è già passato, ma questi dolci possono benissimo essere delle facce mostruose, basta allargarle con le mani tirando qua e la in maniera irregolare.
Io ho provato a fare una zucca, tagliando gli occhi e la bocca con un coltello appuntito e formando un piccolo picciolo. Segnatevi l’idea per il prossimo anno.





Ma come dicevo prima, perché non creare abeti decorati per Natale, o buffi clown per Carnevale o ancora coniglietti pasquali?

8 commenti:

  1. Manu hai fatto benissimo a coinvolgere anche tuo figlio, è un bravissimo aiutante e decoratore!!
    Scommetto che poi le ha mangiate anche più contento e soddisfatto dell'ottimo lavoro che ha fatto. Complimenti alla mamma per la bellissima e golosa idea ed al piccolo pasticcere!

    RispondiElimina
  2. Ciao Manu, sono proprio carine queste faccine. Mi piacerebbe conoscere il tuo ometto pasticcere! Nelle feste di Natale andrò dai miei amici di Ceva almeno per qualche giorno. Dove sarai? Ti abbraccio a presto un bacione

    RispondiElimina
  3. Ma che idea carina x far giocare i bimbi e poi sono troppo simpatiche questo focaccine ^_^ Io non sono ancora in mood natalizio ma queste le trovo ottime tutto l'anno, anche x carnevale ^_^

    RispondiElimina
  4. Bellissima idea e ottimo dolce per la merenda mom solo dei bambini,brava

    RispondiElimina
  5. che bellissima idea! la proporrò presto a sorella e cugina!

    RispondiElimina
  6. ma che belli questi dolcetti. Ciao

    RispondiElimina
  7. bellissima idea :) se vuoi passa da me! :) http://lescognith.blogspot.it/ Ciao...

    RispondiElimina
  8. Ciao Manuela, eccomi sempre molto stordita e in grande difficoltà per qualunque cosa. Cerco disperatamente di tornare alla normalità ma il fatto di riuscire a dormire poco e male non mi aiuta di certo. Spero di migliorare, ma non dipende da me purtroppo...anche se mi impegno. Grazie, ti voglio bene, un bacione

    RispondiElimina

Spero vi siate divertiti qui da me. La mia porta è sempre aperta a tutti quelli che vogliono condividere con me la passione per la cucina e i libri. In amicizia e serenità. Sarò felicissima se mi lascerete un commento, un'opinione, un consiglio ...anche solo un saluto! Fa davero piacere avere un segno del vostro passaggo qui.