sabato 23 giugno 2018

SI, VIAGGIARE … AGENDA MIDORI E DIARIO DI VIAGGIO PER MAG ABOUT FOOD.

Il viaggio comincia già prima di chiudere la porta di casa con le valige in mano.
Inizia già dal momento in cui lo si sogna ad occhi aperti, magari sfogliando riviste o dépliant.
Siete fra quelli che organizzano la vacanza nei minimi dettagli,  compilando tabelle di marcia, liste di cose da fare, vedere e portare o siete più animi avventurosi che partono senza una meta precisa e con un bagaglio ridotto al minimo indispensabile ?
In ogni caso questo è il post che fa per voi.






Sia nell’uno che nell’altro caso si cerca di lasciare alle spalle l’ansia e lo stress della vita quotidiana. Per aiutarvi in questo senso ci abbiamo pensato noi di Mag About Food, creando dei piccoli oggettini di cui non potrete più fare a meno.
Gaia ha pensato al bagaglio, al modo per non smarrirlo nei meandri di scali e terminal, con etichette molto speciali.
Chiara ha pensato al beauty case, a come avere tutto perfettamente ordinato e in poco spazio.
Eliana ci regala un tocco fashion davvero esclusivo: una parure da viaggio da urlo.
E io? Io, la pianificatrice confusionaria, che amo compilare liste per ogni cosa ma che puntualmente perdo ovunque, la ossessivo-compulsiva della cancelleria nuova, che non resisto davanti a un quaderno, a un blocco, a un’agendina intonsi, io a cosa potevo pensare?
Alla agenda Midori, ovviamente.


copertina di Mai Esteve


L’agenda Midori, di origine giapponese, non è altro che una copertina, di solito in pelle, con degli elastici all’interno in cui inserire piccoli quaderni, in modo che si possa adattare alle esigenze del momento, a seconda degli impegni e di quello che ci serve: possiamo mettere gli inserti e le sezioni che ci servono e togliere quelle che non ci servono più.
Possiamo inserire un planning settimanale o giornaliero per il lavoro, mettere a fianco un quadernino per le liste di cose da fare o acquistare, un blocco per annotare idee o pensieri al volo. Tutto insieme e a portata di mano, ma nello stesso tempo ben separato.
In previsione delle vacanze può contenere la lista delle cose da fare prima della partenza,  quella per cosa mettere in valigia e la lista dei luoghi da visitare, indirizzi, località da non perdere. Così si inizia a sognare prima della partenza.
Durante il viaggio invece possono trovare spazio quadernini dove annotare impressioni, pensieri, persino disegni. Un diario di viaggio comodo e pratico.

Quando mio figlio era piccolino, ma già in grado di scrivere, durante i viaggi mi portavo sempre un quaderno dove lui ogni giorno annotava quello che avevamo fatto, dove eravamo stati e quello che avevamo visto. Scriveva i suoi pensieri a caldo, così come gli erano rimasti impressi, senza filtri, a volte anche solo con un disegno. Insieme poi incollavamo i cartoncini da visita dei ristoranti, gli ingressi ai musei, i biglietti di autobus, traghetti, aerei, cartoline e fotografie.
Allora era un modo per rilassarci la sera prima di dormire o tra un bagno e un’escursione. A distanza di anni è bello riguardare questi quadernini, con la scrittura ostinatamente in stampatello e rivedere quei posti attraverso quegli occhietti vispi.
Con la copertina Midori si può avere tutto insieme: il diario di viaggio dei piccolini, quello dei grandi e il planning della vacanza con appunti e indirizzi.


Diario della vacanza in Sicilia 2012

Io l’ho realizzata, invece che in pelle, con la gomma crepla, detta anche gomma eva, fommy o moosgummi. Sono fogli di gomma morbida e colorata di circa 2-3mm di spessore. Facili da ritagliare e incollare a qualsiasi supporto. Sono solo un po’ difficili da cucire perché tendono a strapparsi. Si possono decorare con pennarelli e applicazioni di qualsia si tipo. Sono molto usati per creare addobbi e nei lavoretti con i bambini. Si trovano facilmente in tutti i negozi di bricolage e nelle cartolerie più fornite. Ne ho realizzate due, una da borsetta, l’altra formato quaderno. A voi la scelta.

Non mi resta che augurarvi buon viaggio.







Occorrente per l’agendina piccola e un paio di “quadernini”:

un foglio di gomma crepla (fommy, gomma eva) colore a scelta,
elastico tondo di circa 2mm di spessore,
filo elastico per macchina da cucire
cartoncini leggeri colorati,
16-20 fogli di carta bianca da stampante,
filo robusto di cotone da cucito,
ago da imbastitura (un po’ più grosso),
forbici,
taglierino per carta,
punteruolo o cacciavite di piccole dimensioni  (2-3 mm),
colla stick e colla a caldo,
elastici grandi.

Innanzi tutto prepariamo i quadernini da inserire nell’agenda, ne prepareremo due di due colori differenti.
Iniziate a piegare a metà, sul lato più lungo, una decina di fogli di carta per stampante.
Si otterranno 20 rettangoli. Date una piega ancora a metà, riapriteli e sovrapponeteli.
Ritagliate da un foglio di cartoncino colorato un rettangolo della stessa altezza dei fogli ma qualche millimetro più lungo: sarà la copertina del quadernino, la lunghezza maggiore le permetterà di ricoprire perfettamente le pagine una volta piegata.




Fermate copertina e fogli con due pinze in modo che stiano precise al loro posto.
Lungo la piegatura centrale fate dei buchi a distanza regolare di un paio di cm, con l’ago da imbastitura. Poi cucite assieme le pagine con del filo da cucito robusto, fermate con un nodino. Piegate i fogli a metà lungo la cucitura e il quadernino e pronto.





NOTA: è meglio non utilizzare più di 20 fogli di carta perché poi sarebbero più difficili da cucire.  Considerate che con 10 fogli da stampante si ottengono 20 rettangoli per un totale di 40 pagine e 80 facciate.

Ora prepariamo la copertina midori.
Ritagliamo dal foglio di gomma crepla un rettangolo alto 1cm circa più dei quadernini che abbiamo preparato. Per la base consideriamo che dobbiamo inserire agevolmente almeno 2-3 quadernini e un bloc notes, quindi sarà almeno 2-3cm più ampia.
Ritagliamo da un foglio di cartoncino colorato un rettangolo leggermente più piccolo di 1mm per parte rispetto a quello in gomma e incolliamolo sulla copertina in gomma con la colla stick stesa su tutta la superficie. Premiamo delicatamente e lasciamo asciugare qualche minuto. Questo passaggio rende la gomma più resistente.




Da altri cartoncini colorati ritagliamo dei rettangolini e incolliamoli con della colla per carta a uno dei risvolti della copertina in modo da creare delle taschine per inserire bigliettini da visita o appunti. Sull’altro risvolto applichiamo una tasca tonda, incollandola solo da due lati (vedere foto) in modo da poter inserire anche un piccolo bloc notes. Io per questa tasca ho usato un ritaglio di gomma crepla.




Misuriamo il centro esatto della copertina e facciamo un foro attraverso il cartoncino e la gomma. Con il punteruolo o il cacciavite allarghiamo il foro delle dimensioni dell’elastico. Tagliamo un pezzo di elastico lungo come due volte la copertina chiusa, più lo spessore con i quaderni dentro e qualche 5-6cm per annodare. Nel mio caso ho tagliato un pezzo di elastico di circa 32cm. Pieghiamo l’elastico a metà e annodiamo le due estremità insieme con un nodo, avremo ottenuto un cappio. Facciamo passare l’elastico dalla parte piegata attraverso il foro dall’interno della copertina verso l’esterno. In questo modo il nodo rimarrà all’interno e l’elastico fuori farà da chiusura per l’agenda.




Con l’ago pratichiamo al centro della copertina, lungo la piegatura centrale, due fori in alto e due in basso a mezzo cm dal bordo, distanti un cm tra loro.
Con l’ago fate passare il filo elastico da cucito messo in doppio (così è più robusto) come da fotografia. Non tiratelo troppo. Lasciatelo un po’ morbido per permettere di inserire i quadernini agevolmente. Fermate con un nodo.
Nota: ho usato il filo elastico da cucito perché l’elastico tubolare che ho trovato era troppo spesso e tendeva a strappare a gomma, è stato necessario usarlo in doppio.




A questo punto non resta che inserire i quadernini infilando gli elastici nella piegatura centrale. 





Potete metterne due, oppure inserirne anche quattro con un piccolo trucco: accoppate due quadernini con un elastico di quelli molli da cancelleria, piuttosto grande (non deve sforzare), poi fate passare i quadernini nell’elastico della copertina come da foto. Scusate la ripetizione della parola elastico me non c’è altro modo per spiegare, spero che le foto siano esaustive.



A questo punto la vostra agendina midori è pronta.
Potete preparare tutti i quadernini che volete, anche con fogli a righe o quadretti, toglierli e levarli come volete.

La copertina grande:
Se come me amate i quaderni potete farne una di questo formato, si fa esattamente con lo stesso procedimento prendendo la misura di un normale quaderno.
Considerate bene lo spessore finale che deve avere la copertina per contenere la quantità di quaderni e blocchi che volete portarvi dietro.




Qui però devo darvi un paio di consigli:
-      lasciate l’elastico della chiusura morbido, se tira troppo deforma la gomma;
-      anche gli elastici interni non devono essere troppo tesi specialmente se sono spessi come il mio, altrimenti la gomma si strappa: conviene rivestire la copertina internamente con un foglio di cartoncino leggero, come ho fatto sopra, per renderla più resistente. Non avendolo fatto ho dovuto ovviare all’inconveniente incollando una striscia di cartoncino al centro, come rinforzo. Per coprire i buchi ho incollato delle strisce di gomma, che coprono anche gli elastici esternamente.
-      si può ovviare a tutto ciò rivestendo internamente con un foglio di cartoncino leggero, oppure inserendo nei buchi degli occhielli di metallo o plastica, ma questo richiede l’apposita macchinetta e ho preferito utilizzare solo cose di facile reperibilità. 





Inizialmente volevo fare delle copertine in feltro o stoffa (ad esempio il jeans) ma la gomma crepla mi sembrava più adatta alla stagione estiva e più pratica e leggera da portare in viaggio. Comunque restate sintonizzati perché prima o poi le altre versioni arrivano.

2 commenti:

  1. Pianificatrice confusionaria??? ahahahah... Allora siamo molto molto simili.
    Bellissima idea! E bellissimo quello che hai fatto con tuo figlio, durante i viaggi che avete realizzato insieme.
    Vorrei provare a realizzarle... spero tanto di riuscirci.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. E' una bellissima idea, per raccogliere pensieri e ricordi! grazie per la spiegazione dettagliata.. sei di grande ispirazione!

    RispondiElimina

Spero vi siate divertiti qui da me. La mia porta è sempre aperta a tutti quelli che vogliono condividere con me la passione per la cucina e i libri. In amicizia e serenità. Sarò felicissima se mi lascerete un commento, un'opinione, un consiglio ...anche solo un saluto! Fa davero piacere avere un segno del vostro passaggo qui.