venerdì 30 gennaio 2015

GNOCCHI GRATINATI DI ZUCCA, TAPIOCA E GRANO SARACENO SENZA GLUTINE

Ancora?! Ma quante ricette di gnocchi ci saranno in questo blog?
Almeno una decina di sicuro.
C'era davvero l'esigenza di farne un'altra?
Certo che si.
Questi sono i primi che faccio completamente senza glutine.
Mi sono voluta cimentare in questa ricetta innanzi tutto in onore del Gluten Free (Fry) Day, di cui ormai mi sono innamorata, perché mi sento stimolata e sfidata a provare ricette davvero per tutti.

Inoltre qualche giorno fa al supermercato mi è capitata per le mani una confezione di farina di Tapioca. Veramente è già un po’ che mi faceva l’occhiolino dallo scaffale delle farine.
La Tapioca è una farina, o più propriamente un amido, derivata da un tubero di origini tropicali la Manioca. Questo amido viene usato molto nelle cucine dell’America Latina, Brasile in testa, per preparare budini, biscotti e dolci vari. È in fatti un ottimo addensante.
Ha un elevato potere calorico ma nel contempo è molto digeribile, il che la rende adatta per la preparazione di alimenti per bambini piccoli e anziani. Non ha un grande apporto di nutrienti, per cui viene usata insieme ad altri alimenti.

Mi ricordo infatti che durante lo svezzamento a mio figlio preparavo una crema con passato di verdura, amido di mais e tapioca. Oddio non è che allora ne fosse propriamente entusiasta, dovevo abbondare di parmigiano e condire con dell’olio buono (anche perché era tutto completamente senza sale). Completato lo svezzamento quindi, addio tapioca.
Ma adesso vedendola al supermercato e non come alimento per l’infanzia mi è venuta una gran curiosità di provarla.

Insomma questa Tapioca mi si è letteralmente gettata nel carrello. L’ho dovuta portare a casa.
Rimuginando su come utilizzarla, a parte la suddetta pappina, mi sono ricordata che è anche un alimento naturalmente senza glutine. Così ho pensato di impiegarla per i miei esperimenti del venerdì. Ma non me la sono sentita di fare un piatto con questo alimento predominante, ho preferito mischiarla ad altre farine.

Preparare una pasta fresca senza glutine è una sfida nella sfida, perché non solo bisogna stare attenti agli ingredienti che si usano ma soprattutto in questo caso l’impasto è difficilissima da tirare, si sbriciola, non vuole stare insieme. Perché è il glutine che crea una maglia che rende resistente e malleabile la pasta e le permette anche di lievitare.
Lo so che le vere blogger gluten free sanno fare anche questo, sanno tutti i trucchi per riuscire nell’intento. Sapete che c’è anche chi fa una vera pizza con tanto di lievito madre senza glutine?
Qui non la trovate. Io non sono in grato di gestire il lievito madre col glutine, figuriamoci senza.

Però la pasta fresca mi era rimasta in gola.
Così ho pensato di aggirare l’ostacolo: faccio gli gnocchi. Che sono un impasto morbido e piuttosto umido, che non deve essere lavorato, tirato, spianato. Anzi, bisogna lavorarlo il meno possibile.
Come elemento legante ho usato la zucca. Perché la adoro, perché il suo sapore dolce contrasta con quello un po’ legnoso del grano saraceno ma soprattutto perché ne ho appena tagliata una gigante che deve essere utilizzata prima che vada male (questa non sarà l’unica ricetta con la zucca mi sa).
Quindi ecco gli ennesimi gnocchi. Li ho poi fatti gratinare con un formaggio di malga saporito e pezzetti di zucca.

Buon appetito a tutti.














GNOCCHETTI  GRATINATI AL GRANO SARACENO CON ZUCCA E FONTINA (SENZA GLUTINE).

Ingredienti per 4 persone.
Per gli gnocchi:
130g farina grano saraceno,
60g farina di riso,
60g farina di tapioca,
300g zucca pulita e cotta a vapore,
1 uovo,
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva,
noce moscata, sale.

Per condire:
100g fontina (o toma o altro formaggio semi stagionato che fonde),
200g zucca pulita,
150ml panna liquida,
grana grattugiato,
sale, noce moscata,
una noce di burro.

Preparate gli gnocchi: schiacciate la polpa di zucca cotta con una forchetta in modo da avere una crema omogenea. Mischiate le farine con una macinata di noce moscata, un pizzico di sale  e fate la fontana. Al centro rompete l’uovo, unite la zucca e l’olio e impastate velocemente fono ad avere un composto omogeneo e morbido.
Fate dei rotolini grossi come il manico di un cucchiaio di legno e tagliate i gnocchetti di circa 2cm.

Preparate il condimento: tagliate la zucca cruda a dadini e fateli lessare per qualche minuto in acqua leggermente salata, scolateli con la schiumarola quando sono ancora al dente.
Condite la panna con una generosa macinata di noce moscata e sale affumicato.
Tagliate anche il formaggio a dadini. Imburrate una pirofila.
Lessate gli gnocchi nell’acqua della zucca, cuoceteli per qualche minuto, devono essere cotti ma non molli. Scolateli con la schiumarola e metteteli nella pirofila imburrata.
Mettete nella pirofila anche i dadini di zucca e i dadini di formaggio, mescolate e condite con fiocchetti di burro.
Irrorate tutto con la panna e cospargete con parmigiano grattugiato.
Infornate a 200° per circa 15 minuti. La panna si deve un po’ asciugare e il formaggio fondersi.






NB: controllate che tutte queste farine abbiano la spiga barrata sulla confezione. La mia farina di tapioca e grano saraceno infatti aveva la dicitura “naturalmente senza glutine” ma in piccolo piccolo quella “potrebbe contenere tracce di …” .
Oltretutto queste confezioni si trovavano sullo scafale dove ci sono anche le altre farine. Quindi il rischi di contaminazione è molto alto. Sta cosa mi lascia alquanto perplessa.


I Love Gluten Free (FRI)DAY - Gluten Free Travel & Living




12 commenti:

  1. Mia cara, innanzi tutto onore e gloria a te che ti cimenti in alimenti senza glutine piuttosto complessi che di solito sono riservati a cuoche senza glutine più esperte.
    L'escamotage degli gnocchi è stato adottato da me per tanto tempo, quando ancora non mi districavo negli impasti gluten free. E, come prima, volta e soprattutto con al a tapioca, vedo che hai scelto di mixare con sapienza le tre farine. Insomma una cuoca gluten free ad onorem!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Mi sono buttata come al solito. Ma alla fine sono piaciuti tantissimo a tutti!
      Alla prossima!

      Elimina
  2. Anch'io punto da un po' la farina di Tapioca (per provare il pao de quejo) ma ancora non mi sono decisa ad acquistarla.
    ammiro la tua voglia di metterti in gioco con le preparazioni senza glutine e sono sicura che questi gnocchetti siano deliziosi.
    Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto anch'io questi panini al formaggio brasiliani. Solo che non mi decido a farli perchè la tapioca da sola non ha molto sapore e tende a rendere l'impasto gommoso.
      Non vorrei ottenere delle palline da ping pong.
      Forse dovrei provare con una dose minima. Se li provi a fare fammi sapere.

      Elimina
  3. Complimenti cara, hai cerato un piatto eccezionale! Il duro lavoro è valsa sicuramente la pena :-)
    Buon w e cara <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu. Arrivo con una settimana di ritardo ma ti auguro lo stesso un meraviglioso W.E. Ciao.

      Elimina
  4. Si, se si cercano prodotti senza glutine bisogna leggere le etichette dalla a alla z, comunque questa è davvero una buona idea, complimenti!!

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Grazie Cecy. Benvenuta. Piacere di conoscerti!

      Elimina

Spero vi siate divertiti qui da me. La mia porta è sempre aperta a tutti quelli che vogliono condividere con me la passione per la cucina e i libri. In amicizia e serenità. Sarò felicissima se mi lascerete un commento, un'opinione, un consiglio ...anche solo un saluto! Fa davero piacere avere un segno del vostro passaggo qui.